In un lembo remoto d'Italia, la costa jonica calabrese attorno a Locri, è esploso nel 2009 un fenomeno musicale e culturale straordinario. Mimmo Cavallaro con i TaranProject ha tenuto in sei mesi oltre settanta concerti, conoscendo un successo via via sempre più travolgente, fino a suscitare un'autentica passione collettiva.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
INTRODUZIONE - - - il GRUPPO - - - il CONCERTO - - - i CD - - - i TESTI - - - le INTERVISTE - - - le STORIE
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Bonu Natali...

Dobbiamo un ringraziamento speciale a un amico che su Youtube si è scelto il nome di domenico123456able se ci è possibile riascoltare il brano “E' Natali” che Cosimo Papandrea con i TaranProject ha proposto in questi giorni ad apertura di concerto; ed un altro grazie a Francesco Franco, padre nobile di noi fan (e non mi riferisco all'età, Fra!, bensì alla sapiente lungimiranza) per aver immediatamente trascritto il testo, che qui riporto.



Lo stesso domenico123... ci propone anche il frammento iniziale del brano successivo, Li Boni Festi: troppo breve, certo!, ma abbastanza per dare il volo al ricordo di chi c'era, e potrà così ricantare tra sé e sé questa delicata e assorta litania popolare, che i TaranProject hanno lustrato a ineguagliabile splendore.



E' Natali

Bambineju, bambineju, chi si' duci e chi si’ beiu,
Chija notti chi nescisti, chiju friddu chi patisti.
La Madonna ti ‘mpasciava, San Giuseppi ti cantava,
Ti cantava 'a litania cu Sant’anna e cu Maria.

E' Natali è Natali, è nu jornu chi mi piaci,
Eu stasira volarrìa tutti quanti 'u fannu paci.
E li luci 'nta la piazza chi ‘ndi dannu la ricchizza,
Esti a notti di Natali, 'ndi cogghjimu pe’ ballari.

'Nta la notti di Natali, quand’è natu lu Messia
Tutti l’angiuli calàru mu ‘nci fannu cumpagnia.
Sutt’a un pedi di nucilla c’è 'na culla piccirilla
Chi ‘nnacavanu u bambinu San Giuseppi e San Gioacchinu.

E' Natali è Natali, è nu jornu chi mi piaci,
Eu stasira volarrìa tutti quanti 'u fannu paci.
E li luci 'nta la piazza chi ‘ndi dannu la ricchizza
Esti a notti di Natali, 'ndi cogghjimu pe’ ballari.

Allu passu di Sant’Anna, c’è Maria chi lava li panni,
E li panni e li pannizzi, la Madonna cu li trizzi.
L’angiuleddi 'nta lu lettu chi jocavanu ‘e nucilli,
Li nucilli si spezzaru, l’angiuleddi s’abbolaru,
S’abbolaru sutt’all’ortu, pe cogghjiri ros’e hjiuri.
Li campani su’ sonati, viva Deu, l’Eternu Patri.

E' Natali è Natali, è nu jornu chi mi piaci,
Eu stasira volarrìa tutti quanti 'u fannu paci..
E li luci 'nta la piazza chi ‘ndi dannu la ricchizza
Esti a notti di Natali, 'ndi cogghjimu pe’ ballari.

(Nei commenti la traduzione in italiano del testo)

7 commenti:

  1. E' Natale

    Bambinello, bambinello, che sei dolce e che sei bello,
    quella notte che nascesti, quanto freddo patisti...
    La Madonna ti fasciava, San Giuseppe ti cantava,
    ti cantava la litania con Sant'Anna e con Maria.

    E' Natale, è Natale, è un giorno che mi piace,
    io stasera vorrei che tutti facciano pace.
    E le luci nella piazza ci danno la ricchezza,
    è la notte di Natale, ci raccogliamo per ballare.

    Nella notte di Natale, quando è nato il Messia,
    tutti gli angeli scesero a fargli compagnia.
    Ai piedi di un nocciolo c'è una culla piccolina
    e a cullare il bambino San Giuseppe e San Gioacchino.

    E' Natale, è Natale, è un giorno che mi piace,
    io stasera vorrei che tutti facciano pace.
    E le luci nella piazza ci danno la ricchezza,
    è la notte di Natale, ci raccogliamo per ballare..

    Accanto a Sant'Anna c'è Maria che lava i panni,
    i panni e i pannicelli, la Madonna con le trecce.
    Gli angioletti nel letto che giocavano con le nocelle,
    le nocelle si spezzarono e gli angioletti s'involarono.
    Volarono verso l'orto, per cogliere rose e fiori,
    le campane son suonate, viva Dio, l'eterno Padre.

    E' Natale, è Natale, è un giorno che mi piace,
    io stasera vorrei che tutti facciano pace.
    E le luci nella piazza ci danno la ricchezza,
    è la notte di Natale, ci raccogliamo per ballare.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te , Fil !
    Cosimo ci fece ascoltare questa bellissima canzone in anteprima l'anno scorso in una serata 'inter nos'e ne rimasi ammaliato. Tempo fa gli chiesi notizie e mi rispose che l'avrei ascoltata durante le prossime festività. E' così bella (e ben cantata) che è un vero peccato che sia legata all'argomento festivo e ci tocchi aspettare un anno per averla di nuovo sul palco dei concerti ! ... O forse no ?!? ... Farà anche questo parte del suo fascino ? :)

    RispondiElimina
  3. C'é una canzone di Cavallaro che fa: Bambineju balla balla sona puru cu la chitarra
    Più o meno è così, chi mi dice come si chiama?

    RispondiElimina
  4. caro Anonimo,
    la canzone è proprio questa, "E' Natali" di Cosimo Papandrea! Ma il verso che hai in mente c'è solo nel ritornello finale della nuova versione: è inclusa nel cd Salviamo il Natale, pubblicato di recente.

    RispondiElimina
  5. mi dite gli accordi gentilmente??

    RispondiElimina
  6. caro Anonimo,
    "Bambineju balla balla sona puru cu la chitarra" non e'
    di Cavallaro. Questo verso e' stato, come al solito, preso in prestito per fare la solita macedonia musicale....
    La canzone che cerchi tu e' una singola canzone "Bambineddu Abballa Abballa", che ha diverse strofe, nulla a che vedere con "E' Natali" di Cosimo.
    Semplicmente e' un'altra canzone a se'....
    Se fai una ricerca in rete trovi anche quest'altra canzone.

    RispondiElimina
  7. Ok...ma a prescindere....quali sn gli accordi?

    RispondiElimina